Scialpinismo inizio da favola

Scialpinismo inizio da favola

 

Il nostro fotografo Clickalps Roberto Ganassa ci racconta la prima uscita di scialpinismo stagionale. L’articolo e arricchito dai suoi scatti in alta quota, dove è possibile ammirare un bellissimo paesaggio imbiancato

Tra le perturbazioni di novembre che hanno portato numerose e abbondanti nevicate ma purtroppo solo in alta quota, solamente uno riesce a fare scendere il limite delle nevicate intorno ai 1400 m., allora decidiamo di andare sulle nostre amate alpi Orobie valtellinesi.

Alla sveglia il cielo si presenta coperto e nebbioso ma io e Mattia ci crediamo e partiamo verso il conosciuto pizzo Meriggio (la montagna di Sondrio), le idee erano tante ma optiamo per un percorso relativamente sicuro.

Dalla macchina parcheggiata a 1300 m. di quota dobbiamo spallare gli sci per un 20 minuti per riuscire a calzarli, ora il paesaggio, si presenta splendido come sempre dopo una nevicata, ma dobbiamo attendere ancora un po’ per vedere il cielo aprirsi improvvisamente

Le nuvole si stendono per tutta la vallata ma noi ormai ne siamo fuori, dalla quota dei 1800 m in su gli alberi sono incrostati di neve e il paesaggio è una vera favola

Continuaiamo a salire verso la meta attraversando boschetti d’incanto fin verso i 2000 m dove il paesaggio si apre e la cima e le valli intorno si mostrano in tutta la loro bellezza

Mi volto indietro osservando la nostra traccia appena percorsa, le nebbie sul fondovalle piano piano si stanno diradando

Evitiamo di raggiungere la vetta a causa di un brevissimo tratto insidioso che oggi è meglio evitare e ci buttiamo giù in una discesa polverosa tra boschetti e vallette da sogno

La discesa è stata così entusiasmante che ripelliamo tornando in cima al dosso per fare il bis, la vista sul gruppo Scais-Redorta è eccezionale

Un’ultimo alberello incrostato mi permette un’ultima foto della salita

prima includendo anche Mattia e poi solo il paesaggio

E rieccoci nel boschetto divertente a scattare le ultime fotografie di discesa.

Speriamo che l’annata ci riservi ancora numerose discese in queste condizioni stupende.

Walter Dall'Armellina

Fotografo ClickAlps

Latest posts by Walter Dall'Armellina (see all)