Le fantastiche immagini di volpi selvagge di Roeselien Raimond

Le fantastiche immagini di volpi selvagge di Roeselien Raimond

 

Roeselien Raimond è una talentuosa fotografa olandese specializzata nell’immortalare animali e natura nel cui portfolio è possibile ammirare bellissime immagini di molte specie diverse. Ma la sua specialità sono sicuramente le volpi.

“Le volpi, insieme ai gatti, sono i miei animali preferiti”, racconta in una intervista. “La cosa che più mi attira è la loro unicità: ogni volpe ha la sua particolare caratteristica. Con una volpe non sai mai come andrà a finire: alcune sono molto elusive, mentre altre possono essere molto sfacciate; alcune sono molto spontanee e giocose, mentre altre sono semplicemente noiose”.

Roeselien racconta della sua foto preferita: “Era una freddissima giornata d’inverno, durante una copiosa nevicata. Riuscivo a mala pena a vedere, figuriamoci a scattare qualche immagine decente. E poi apparve questa volpe. Mi guardò con calma e semplicità e la vista di questa creatura magica mi fece dimenticare di tutta la fatica e i problemi e, immediatamente, portò calore dentro di me.”

Roeselien assicura che tutte le sue foto sono di volpi in libertà. “Ci hanno sempre detto che le volpi sono animali notturni e schivi. E, infatti, spesso lo sono. Ma non per natura, ma perché noi abbiamo dato loro un motivo per esserlo, cacciandole.”

“Se non fossero più cacciate, sarebbero molto più diurne e alcune si avvicinerebbero anche alle persone. Nell’area in cui opero la caccia è proibita, così come è vietato l’accesso a cani, bici e automobili. Quindi, non ci sono pericoli per loro e alcune volpi perdono la loro elusività”.

“L’ultima cosa che mi interessa è una volpe che mi vede come un dispensatore di cibo vivente. Sono interessata a testimoniare e catturare comportamento naturale. Pertanto, ho bisogno di farmi quasi ‘invisibile’, parte dell’ambiente, in attesa e nella speranza di testimoniare quello speciale momento della volpe…”

“Circa 8 anni fa comprai una DSLR e un obiettivo macro. Nell’inverno 2009/2010, vinsi una Canon 7D a un concorso di fotografia e comprai il Canon 300mm F4.0 e, quasi istantaneamente, fui stregata dal catturare la vita selvaggia per la sfida che questo tipo di fotografia/’caccia’ rappresenta.” Raimond oggi usa “una Canon EOS 5D Mark III e il Canon 300mm f4 IS USM (a volte con il TC 1.4x).“

“E’ difficile, se non impossibile, vivere facendo il fotografo naturalista. Le mie foto sono vendute come stock e fine art e sono pubblicate in molte riviste internazionali, ma al giorno d’oggi i fotografi devono essere veramente creativi per creare guadagni dalle loro fotografie. Organizzare workshops (di fotografia o post-produzione) è una via più remunerativa e sicura per guadagnare qualche soldo.”

“La creatività, la natura e le persone sono sempre state le cose più importanti della mia vita e cerco continuamente di trovare il perfetto equilibrio tra loro. Finché posso essere creativa, sentire l’erba sotto i miei piedi e respirare l’aria fresca e, preferibilmente, condividere tutto questo con una compagnia piacevole, direi che sto bene !”

[via BoredPanda]

Follow me

Lorenzo Mattei

Problem solver, storyteller, fotografo e viaggiatore. Membro del Team Clickalps dal 2011.
Follow me

  • http://www.claudiopia.it Claudio Pia

    Deve averle documentate per tutte le stagioni, gran lavoro!!! Naturalmente sappiamo che questo tipo di soggetto a volte può essere MOLTO confidente e a quel punto si esce dalla caccia fotografica e si entra nel ritratto ma ottimo lavoro comunque!!!